Storia del caffè #2

Venezia, per i suoi rapporti commerciali in Oriente fu la prima città a far uso del caffè in Italia, probabilmente sin dall’inizio del XVI secolo. Le prime botteghe del caffè nacquero però solo nel 1645. Nel XVII secolo, a Londra ed a Parigi una libbra di caffè costava fino a 40 scudi.

Verso la metà del XVII secolo il caffè cominciò ad essere importato e consumato in Inghilterra e vennero quindi aperti i primi caffè (coffeehouse). Nel 1663 in Inghilterra i coffeehouse erano un’ottantina e aumentarono rapidamente sino ad arrivare a circa 3000 nel 1715.

I caffè divennero presto luoghi dove nascevano e si diffondevano idee liberali, erano frequentati da scrittori, politici e filosofi e si diffusero in tutto il resto dell’Europa.

CAFFE-LETTERARIO

Published in: on 14 settembre 2013 at 09:44  Lascia un commento  

Storia del té #2

La storia ufficiale fa risalire l’uso del tè come bevanda ai primi secoli della nostra era e ne possiamo dividere le tecniche di preparazione in tre scuole: quella del tè bollito; quella del tè sbattuto e infine quella del tè infuso.

In precedenza le foglie della pianta, chiamata Tu, erano raccolte e ridotte in poltiglia fino a formare degli impiastri da applicare sulle parti doloranti per alleviare i dolori reumatici. Queste tre scuole del tè sono significative delle epoche in cui esse prevalsero e che corrispondono alle dinastie cinesi Tang, Sung e Ming. Nel IV secolo d.C. il tè si preparerà facendo essiccare le foglie per poi pressarle fino ad ottenere dei panetti duri e facili da trasportare. Per poterlo consumare si doveva staccare la quantità necessaria da questo blocco, frantumarla nel mortaio e poi bollirla in acqua con altri ingredienti come il sale, lo zenzero, la buccia d’arancia e il latte e qualche volta addirittura le cipolle.

Published in: on 10 novembre 2010 at 10:31  Comments (1)  

Storia del caffè #1

Dall’arabo qahwa, bevanda stimolante.

Originario della regione del Caffa (Etiopia) dove cresce spontaneo; solo a partire dal XVIII secolo i maggiori stati europei ne diffusero la coltivazione nelle colonie africane, asiatiche ed americane, ottenendo risultati particolarmente favorevoli in Brasile, che divenne il maggior stato produttore.

 

Published in: on 30 ottobre 2010 at 13:56  Lascia un commento  

La storia del té #1

Pensavo: dato che qui si parla di bevande quali té, caffè ecc  perchè non fare anche un po’ di cultura?  Così sono andata a cercare qua e là qualche info.

Oggi iniziamo con il té…vi lascio al primo capitolo.

Secondo la leggenda cinese, l’imperatore Chen Nung (Shen Nung) era così fiscale per il rispetto dell’igiene che non beveva altro che acqua bollita.

Un giorno, nell’anno 2737 a.C., mentre l’imperatore  era seduto a riposare all’ombra di un albero di tè selvatico, una leggera brezza fece cadere alcune foglie di tè all’interno dell’acqua messa a bollire e essa aveva assunto un invitante color oro. La curiosità prevalse e il grande imperatore assaggiò per la prima volta la deliziosa bevanda chiamata poi tè. Dopo averla bevuta si sentì preso da un benessere indicibile e volle conoscere meglio l’albero che aveva prodotto quella foglia meravigliosa e benefica, favorendone così l’uso e la coltivazione.

Ecco, così nasce  l’uso del Tè.

Dal caso nasce sempre qualcosa di magnifico e socialmente utile..un po’ come la Penicillina!!  😉

Published in: on 25 ottobre 2010 at 10:05  Comments (7)